Qualche consiglio per effettuare transazioni in sicurezza

Anche voi siete entrati nel mondo delle criptovalute, e Bitcoin, Ethereum, blockchain e mining sono tutti termini che ormai masticate come il pane e nutella la mattina? Molto bene, allora saprete anche cosa sono i wallet e gli exchange.

Essendo una moneta virtuale, non legata a nessun conto bancario, dovrà essere conservata in un portafoglio virtuale a vostro nome e correttamente tutelata da chi emette la valuta stessa o da agenzie certificate. Insomma, avere un wallet online è come avere un conto corrente in banca, con tanto di codice IBAN per effettuare e ricevere versamenti. I wallet poi garantiscono anonimato e soprattutto sono protetti da una chiave privata che conoscete solo voi per impedire l’accesso ad estranei e terze parti.

Esistono poi gli exchange, luoghi virtuali in cui si acquistano monete virtuali con il tasso di cambio proposto al momento dell’iscrizione. Semplice? Non proprio. Per evitare riciclaggio di denaro e altre truffe, le società che gestiscono gli exchange – o almeno quelli sicuri – chiedono in fase di registrazione anche un documento d’identità valido e/o un documento che attesti la residenza in un luogo fisico (bollette, conto corrente…). Se tutto fila liscio e venite accettati potrete iniziare le operazioni di trading, con acquisto e rivendita di criptovalute.

Fin qui probabilmente sapevate già tutto. Ciò di cui bisogna stare attenti sono però, come sempre sul web, agli attacchi di agenti esterni, malware o hacker. Perché quando ci connettiamo e navighiamo sul
web con reti non sicure, come i WiFi pubblici, la possibilità che qualcuno si intrometta nella nostra reti e ci rubi i dati è molto alta. Ricordiamoci inoltre che quando facciamo trading con criptovalute stiamo a tutti gli effetti maneggiando denaro, ed è dunque necessario prendere delle precauzioni.

Un buon modo per navigare online e tenere lontano attacchi esterni, infiltrazioni nelle comunicazioni e perdita di dati, è affidarsi all’uso di una connessione ultra sicura come le VPN. Questo servizio crea un tunnel virtuale in cui solo noi possiamo infilarci e che ci permette di navigare online senza doverci preoccupare di possibili interferenze.

Attivando una connessione VPN e svolgendo le vostre operazioni con monete virtuali all’interno di essa avrete la sicurezza che nessun malintenzionato cerchi di rubarvi i dati personali, come prima cosa, e
ancor più che cerchi di decifrare le vostre chiavi di protezione per rubare le vostre riserve di valuta. Con l’aumentare dell’interesse vero le criptovalute e delle sue possibilità è anche chiaro che nasceranno sempre più problemi sia a livello di legislazione sai per quanto riguarda le truffe. È dunque necessario informarsi sempre e adottare misure che ci aiutano ad effettuare movimenti sicuri, come appunto le connessioni VPN.