I primi 6 Paesi che mostrano una crescente domanda di Bitcoin nel 2019

É stato un anno molto interessante per le criptovalute, anche se c’è ancora qualche incertezza in termini di prezzo e movimenti.

Sembra che Bitcoin sia diventato molto più popolare rispetto agli anni precedenti.

I seguenti Paesi registrano una crescente domanda per il Bitcoin, principalmente attraverso la piattaforma LocalBitcoins.

ARGENTINA

Nel suo caso, la domanda è stata relativamente bassa fino all’inizio del 2017.

Nelle ultime settimane sono stati registrati nuovi record in termini di volume degli scambi.

COLOMBIA

Un altro Paese sudamericano che sta affrontando alcune difficoltà finanziarie.

Simile all’Argentina, sembra che la domanda sia diminuita un po ‘nel 2018, ma attualmente registrano 10 miliardi di pesos colombiani come volume di scambi settimanali.

KAZAKISTAN

Secondo le classifiche del volume di LocalBitcoins, la domanda di Bitcoin in questa Nazione ha ripreso a crescere negli ultimi mesi.

Il volume medio del Tenge ha superato i 50 milioni e nei Paesi limitrofi si registrano volumi relativamente piatti.

PERU

I Peruviani hanno mostrato un sincero interesse per Bitcoin.

Con il volume degli scambi settimanali che segna un nuovo massimo storico.

I commercianti locali si aspettano fermamente che il valore di Bitcoin aumenti nei prossimi mesi.

COREA DEL SUD

La domanda di Bitcoin è ancora in aumento.

LocalBitcoins non è mai stato popolare, ma nell’ultimo mese ha portato un valore di scambio di 218milioni.

Numeri molto interessanti, considerando l’ampio accesso a più soluzioni.

VENEZUELA

Considerate tutte le preoccupazioni finanziarie, attraverso LocalBitcoins, sembra che molte persone stanno convertendo il loro Bolivar venezuelano in Bitcoin in questi giorni.

Qualche settimana fa, quel volume ha superato per la prima volta 40,9 miliardi di Bolivar.

Una svolta interessante di eventi, considerando che il Venezuela ha la sua cryptovaluta “Petro”.

In ogni caso, quel particolare progetto è ancora oggetto di molti scrutini.