La prima Università decentralizzata

Un gruppo di professori di Oxford ha avviato il progetto Woolf Development per creare la prima università impostata sulla tecnologia blockchain.

Secondo il team di accademici dietro il progetto , guidato da Joshua Broggi della Facoltà di Filosofia di Oxford, i contratti blockchain tech e smart possono aiutare a democratizzare la struttura tradizionale dell’istruzione superiore.

La “blockchain university” proposta adotterà il tradizionale corso Oxbridge e la struttura collegiale, concentrandosi su moduli individuali di tutoraggio che saranno disponibili per gli studenti sia on-line che off-line. Il design del progetto è “geograficamente agnostico”, utilizzando le parole dello stesso Broggi, dando la priorità a una comunità accademica “senza confini” rispetto ai legami locali o nazionali.

Il white paper di Woolf suggerisce che un’università a catena di blocchi può affrontare molti dei problemi che attualmente affliggono le università di tutto il mondo, tra cui le tasse scolastiche elevate per gli studenti, la burocrazia ingombrante e costi amministrativi, e precari e sottopagati posti di insegnamento accademico.

Come sottolinea il white paper, l’immutabilità della catena dei blocchi può funzionare per impedire agli studenti di falsificare i loro documenti accademici, con contratti  che automatizzano la partecipazione degli studenti, i crediti e le richieste di documenti universitari.

Il primo college di Woolf, Ambrose, sarà lanciato nell’autunno del 2018. Le tasse proposte sono fissate a 400 USD per tutorial, o 19.200 USD all’anno prima che vengono vagliate delle borse di studio.

 

Caratterizzando il loro progetto come un “Airbnb di corsi di laurea” per gli studenti e una “comunità decentralizzata, non-profit, democratica” per i tutor, gli accademici sottolineano che la blockchain è la tecnologia chiave che “fornisce la stabilità contrattuale necessaria per completare un corso completo di studio”.

 

Un token WOOLF , completamente pre-minato e conforme a ERC20, sarà utilizzato per funzioni quali la retribuzione del corpo docente, il bilancio dell’università, gli sviluppi di progetti e la votazione sulla governance della piattaforma.

 

La Blockchain ha già avuto un impatto significativo sui contenuti, se non ancora sulla struttura, dell’istruzione superiore, con molte delle principali università internazionali che offrono corsi relativi a blockchain, smart contract e crypto-currency. Istituzioni come l’Università di Cambridge hanno condotto importanti ricerche nel campo della criptofinanza e l’Università svizzera di Lucerna accetta anche il pagamento delle tasse d’iscrizione in Bitcoin.

Sito del progetto https://woolf.university/#/

Commenta