Nvidia perde il 54%

Crypto Market Meltdown batte Nvidia in questo trimestre. 

Gli investitori hanno scaricato senza pietà le scorte di Nvidia nell’ultimo trimestre del 2018, ABbattendo il prezzo delle azioni del 54% rendendolo il peggior risultato S & P 500 nello stesso periodo. 

Il prezzo è sceso del 4,1% a $ 129,57 venerdì poco prima che i mercati chiudessero per il fine settimana di Natale.  

Questo è stato il trimestre peggiore per Nvidia negli ultimi tempi, dal momento che il titolo era in forte aumento dall’inizio del 2016 fino a settembre di quest’anno e aveva portato il suo valore di mercato da $ 14 miliardi a oltre $ 175 miliardi. 

Questo aumento del valore di mercato è stato il risultato di un aumento vertiginoso della domanda di processori in grado di gestire carichi di lavoro per l’intelligenza artificiale e l’estrazione di criptovalute. 

Ma con il crollo dei prezzi di Bitcoin quest’anno, si è ridotta la richiesta di unità di elaborazione grafica di Nvidia per estrarre la valuta. 

A novembre, Nvidia ha registrato entrate e indicazioni trimestrali più deboli del previsto. 

“I postumi di una sbornia cryptica”. 

Il CEO di Nvidia, Jensen Huang, ha detto in una conference call con gli analisti dopo il rapporto sugli utili. 

Sebbene la crittografia abbia contribuito in maniera determinante al declino di Nvidia, i problemi non si sono limitati a questo. 

Anche il segmento dei data center della società, che include le vendite a fornitori di servizi cloud come Amazon, non è riuscito a soddisfare le stime di Wall Street, anche se le entrate sono cresciute del 58%. 

Anche il calo di Nvidia ha spinto verso il basso l’indice del settore dei semiconduttori con un effetto domino su molti altri players.

Secondo CNBC, il PHLX Semiconductor Sector Index, che comprende 30 società tra cui Nvidia, ha perso il 19%, con Advanced Micro Devices che crolla del 45% e Micron che scende del 33%. 

La performance di Nvidia sembra molto più debole a causa della negatività sentimentale poiché il titolo è bloccato in un collasso più ampio che ha spinto verso il basso tutti gli indici principali e ha avuto un impatto particolarmente forte sui titoli azionari che hanno guidato il mercato rialzista. 

Il Nasdaq è in calo del 21% per il trimestre, a ritmi positivi per il calo più pronunciato dal quarto trimestre del 2008, e l’indice S & P 500 ha perso il 16%. 

Le prestazioni di Nvidia in questo trimestre danno un quadro chiaro di come il calo dei prezzi delle crypto abbia colpito l’industria dei miners. 

Bene, ora che il prezzo è leggermente aumentato, possiamo aspettarci che Nvidia ritorni ai suoi giorni di gloria e se pianifica la sua strategia. 

Riuscirà Nvidia a tornare dalle sue ceneri?