Bitcoin: uno sguardo al passato per capire il futuro.

QUALE DINAMICA DI PREZZO AVREMO?

La bitcoin mania che ci ha accompagnato durante il mese di dicembre si è senza dubbio raffreddata. Sembrano passati secoli da quando google registrava milioni di ricerche sull argomento e i vostri parenti vi chiedevano informazioni sul bitcoin. Eppure parliamo di poco più di quattro mesi fa!

A dire il vero questo non dovrebbe sconvolgerci più di tanto..le crypto sono il Flash della finanza, e quattro mesi possono valere come anni.

Ma lo shock c’è. La correzione dai 20.000 dollari fino ai 6000 circa è stata quasi del 70%, e chi ha comprato il bitcoin a migliaia di dollari con lo spirito dell’HODL “100k moon” non sta certo passando un bel periodo. Analizziamo però lo storico del BTC e vediamo cosa può dirci per il futuro.

Se guardiamo il grafico qui di seguito vediamo che nel 2013 il BTC ha registrato un’impennata molto simile, e forse anche più drastica, di quella a cui abbiamo assistito nel dicembre 2017. All’epoca il prezzo è passato da 10$ fino a 260$ registrando un epico 2500%. Dai 260$ si è poi passati ad un il minimo di 45$. Più dell’80% di correzione. A fine 2013 il prezzo è poi passato da quel minimo a 1200$, registrando un altro epico 2500%, per poi subire una correzione di quasi il 90% registrando un minimo di 194 dollari.

Avete mai sentito dire che “la storia si ripete”? La cosa spesso vale anche per il mercato. Per capire questo concetto bisogna dare uno sguardo a cosa sono i frattali (per la cui spiegazione vi rimando a google) e a come essi si manifestino nel mercato. Se osservate bene le dinamiche del 2013 e i primi due chiamiamoli perodi tra 2017 e 2018 fino ad oggi, noterete sicuramente delle somiglianze. Se la storia dovesse ripetersi,il momento in cui siamo ora potrebbe essere l’inizio della prossima run che potrebbe portarci oltre i 100k dollari. Lo so, sembra assurdo, ma lo era anche immaginare nel 2009 che un giorno una stringa di codice avrebbe avuto un valore di 20’000 dolari. Perciò nulla ci fa escludere questa possibilità. Il ciclo si ripete again and again…

Voglio poi salutarvi facendovi riflettere su una cosa: nel 2013 a nessuno importava del BTC. La piattaforma su cui veniva scambiato si chiamava Mt Gox (che per chi non lo sapesse sta per Magic the gatering online (e)xchage). Il bitcoin era usato su un sito nato per scambiare di carte da gioco. Il G20 probabilmente non sapeva nemmeno cosa fosse e di certo nell’ambiente delle crypto non si sentivano nomi come quello di Rockfeller o Soros. Siete troppo intelligenti perchè io debba spiegarvi dove sto andando a parare col mio discorso. Potrà volerci ancora un pò di tempo o potremmo svegliarci domattina con un candelone verde da 4000 dollari che ci dice che la ripresa è iniziata. Quando sucederà io non so dirlo, ma io sono bullish sul BTC e sull’intero ecosistema delle crypto o non sarei qui. Sono convinto che non abbiamo ancora visto nulla. E ricordatevi le parole di Warren Buffet, che tutti conoscono ma pochi applicano. “Be fearful when others are greedy. Be greedy when others are fearful.” Se tutti sono bearish è il momento giusto per essere bullish. La massa non vince mai.

Commenta